[Immagine logo società]WEMES Consulting  

 

Consulenze e Servizi per l'Ingegneria - Wide Electrical and Mechanical for Engineering Service

Un'azienda siderurgica tra le più importanti del Nordest, per la quale WEMES Consulting  da tempo svolge lavori di consulenza in diversi ambiti. Eccone di seguito alcuni esempi tratti dalle relazioni dei lavori effettuati, come illustrato nella pagina Referenze clienti.

Misure di campo magnetico ed elettrico a 50Hz, banda ELF (5Hz - 100kHz).

Analisi delle misure di campo magnetico ed elettrico presso lo stabilimento:

ACCIAIERIE VENETE SpA di Camin (PD) e di via Maroncelli Padova (PD) il 26 Ottobre 2000

Sono state effettuate delle misure di intensità dei campi elettromagnetici a frequenza industriale 50Hz presso gli stabilimenti suddetti, allo scopo di evidenziare se tali campi rientrassero nella normativa di riferimento, ed in caso contrario poter mettere in atto le dovute azioni correttive.

L'intervento aveva lo scopo di misurare e verificare:

bulletIl campo magnetico o induzione magnetica alla frequenza industriale di 50Hz, nel luogo di lavoro del personale (Lg.626/94) delle aree produttive, allo scopo di verificare il contenimento del campo irradiato alla frequenza di 50Hz entro i limiti stabiliti dalla normativa.
bulletMisura spaziale nei punti d'interesse con mappatura, per brevi periodi (media temporale 6') dell'Induzione Magnetica B.
bulletVerifica spettrale 5Hz-100kHz delle componenti magnetiche del campo misurato. Tale verifica è necessaria per le zone con inverter convertitori di potenza o forni ad induzione ad alta frequenza >50Hz ed in presenza di armoniche di corrente rilevanti.
bulletSi sono verificati i limiti massimi d'esposizione ai campi elettrici e magnetici, generati a frequenza industriale nominale (50/60Hz) nell'ambiente lavorativo secondo il DPCM 104/92, LR Veneto 27/93 e la norma CENELEC EN50166-1, Circ.Minist. XX/99 e ICNIRP -ISS-ISPESL legge dell'Unione Europea.

 

Studio del dimensionamento delle capacità e resistenze dei filtri RC per la limitazione delle sovratensioni al lato primario e secondario dei trasformatori dei forni siviera dell'impianto di Camin (PD).

Contenuto della relazione:

0.0 - Introduzione

Lo scopo di questo studio è di definire le specifiche tecniche per le capacità e le resistenze di smorzamento degli assorbitori per le sovratensioni, i quali saranno installati al lato primario e secondario dei trasformatori dei 2 forni siviera da 8MVA e 10MVA, presso l'impianto delle Acciaierie Venete di Camin (PD).

Gli assorbitori di sovratensioni saranno posti sul lato BT, tra il trasformatore da forno ed il circuito secondario ad alta corrente, prima della connessione a delta, all'uscita del lato secondario del trasformatore.

Essi saranno connessi tra la fase e la terra. Il condensatore dell'assorbitore di sovratensione è stato dimensionato per limitare la sovratensione durante l'apertura dell'interruttore del forno, mentre il forno ad arco è nelle seguenti condizioni di carico:

bulletTrasformatore da forno a vuoto senza carico
bulletForno ad arco nelle operazioni normali di carico

La resistenza di smorzamento permette di limitare il picco transitorio di tensione durante l'operazione d'apertura dell'interruttore, questo sotto le condizioni di carico precedentemente viste.

1.0 - Dati base del circuito della rete elettrica

2.0 - Simulazioni elettriche al computer dei filtri RC in vari casi operativi.

3.0 - Conclusioni

A.1.0 - Riferimenti

A.2.0 - Calcoli dei parametri dei filtri RC primari e secondari

x.0 - Specifiche tecniche dei filtri RC al lato primario MT

y.0 - Specifiche tecniche dei filtri C al lato secondario BT

     - Punto di lavoro del forno

GRAFICO A COLORI A PAG. 18 ED EVENTUALMENTE UN GRAFICO A SCELTA

 

 

Individuazione dei possibili provvedimenti per ridurre la tensione totale di terra dell'impianto.

Verifica e calcoli sulla rete di terra dello stabilimento di Camin (PD)

Contenuti della relazione:

1.0 - Introduzione

Il documento riporta i risultati di un'analisi tecnico-economica sui possibili provvedimenti da adottare per l'impianto di terra delle ACCIAIERIE VENETE, al fine di rendere compatibile lo stesso con gli impianti di telecomunicazione, in armonia con quanto richiesto dalla circolare del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni - prot. N° LC/U2/2/71571/SI del 13/03/1973.

Nelle valutazioni sono state considerate sia le caratteristiche attuali/future del dispersore a maglie, e geologiche dell'area di stabilimento, che quelle elettriche, compreso il contributo della fune di guardia e la relativa vicinanza della stazione ENEL.

Va infine premesso che negli impianti di terra le valutazioni analitiche possono discostarsi, data la variabilità della conformazione del terreno rispetto ai risultati reali di misura; pertanto, a titolo cautelativo, ai fini dei calcoli sono stati adottati i valori più alti di resistività.

2.0 - Norme e disposizioni legislative di riferimento

3.0 - Caratteristiche dell'impianto di terra

4.0 - Possibili azioni per ridurre la tensione totale di terra

4.1 - Utilizzo dei tre pozzi esistenti 

4.2 - Utilizzo dei tre pozzi esistenti ed infissione di un 4° picchetto profondo

4.2.1 - Ubicazione e collegamento del 4° picchetto dispersore profondo

4.3 - Collegamento dei pozzi dispersori profondi.

4.4 - Utilizzo dei tre pozzi esistenti e posa di un cavo di collegamento tra gli impianti di terra delle ACCIAIERIE VENETE e la 'Stazione ENEL di Camin (PD)'.

5.0 - Conclusioni 

A.2.0 - Riferimenti e norme

 

Rilievi Termografici nello stabilimento di Camin (PD)

 Contenuto della relazione:

1.0 - Introduzione

Effettuazione di rilievi termografici nello Stabilimento suddetto allo scopo di evidenziare eventuali punti critici e poter così mettere in atto azioni di manutenzione preventiva e/o correttiva.

I rilievi riguardano principalmente gli impianti elettrici nelle seguenti localizzazioni:

Sottostazione elettrica AT/MT a 220kV:

Montanti 220kV ed uscite in MT:

    Tralicci ed arrivo ENEL 220kV

    Sezionatori

    Interruttori

    Trasformatori di corrente

    Trasformatori di tensione

    Scaricatori

    Connessioni e derivazioni

    Trasformatori 220kV di potenza

    Reattore serie al forno EAF

    Filtri di rifasamento

 2.0 - Modo operativo d'ispezione.

3.0 - Esito dei rilievi: schede dei punti critici

4.0 - Conclusioni.

A.1.0 - Strumentazione usata

A.2.0 - Riferimenti

            Schede

FOTO: PAG. 10 E PAG 13 TUTTE E 4 (visibile e termografia) 

L'UNICA IMMAGINE E' A.0.1 SEMPRE CHE SI POSSA NON FAR CAPIRE I RIFERIMENTI

 

Responsabile del coordinamento per l'Ingegneria: WEMES Consulting

Dr. in Physics Alberto Fragiacomo (Engineering Coordination Manager)

Via Rossini 31/A, I-30171 Mestre-Venezia (VE), ITALY;  Winter Local Time: GMT+1
Tel. :                                      Fax to email: +39 02 30132890
Mob.:  +39 347 2618940  ;   Email: wemes@wemes.it 
per informazioni sui servizi o consulenze inviateci il modulo di richiesta.
For information on  consulting services please send the Module of Requests.
Update the: 25 settembre 2013